OFFERTA FORMATIVA - VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

DOCUMENTO PROVVISORIO


Ordinanza concernente la valutazione finale degli alunni per l’anno scolastico 2019/2020 e prime disposizioni per il recupero degli apprendimenti

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE

VISTO
il decreto legge 8 aprile 2020, n. 22, recante “Misure urgenti sulla regolare    conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato”, e, in particolare, l’articolo 1, comma 1 e l’articolo 2, comma 3;

VISTA
la legge 5 febbraio 1992, n. 104, recante “Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”;

VISTA
la legge 10 marzo 2000, n. 62, recante “Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all’istruzione”;

ORDINA
Articolo 2
(Progettazioni e criteri di valutazione)

1. I docenti contitolari della classe e i consigli di classe aggiornano, ove necessario, le
progettazioni definite a inizio anno scolastico, al fine di rimodulare gli obiettivi di apprendimento, i mezzi, gli strumenti e le metodologie sulla base delle intervenute modalità di didattica a distanza imposte dalla contingenza sanitaria internazionale e individuano, per ciascuna disciplina, i nuclei fondamentali e gli obiettivi di apprendimento non affrontati o che necessitano di approfondimento, da conseguire attraverso il piano di integrazione degli apprendimenti di cui all’articolo 6.

2. Il collegio dei docenti, nell’esercizio della propria autonomia deliberativa in ordine alle materie di cui all’articolo 4, comma 4 del Regolamento sull’autonomia, integra, ove necessario, i criteri di valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni già approvati nel piano triennale dell’offerta formativa e ne dà comunicazione alle famiglie attraverso la pubblicazione sul sito, che vale come integrazione pro tempore al piano triennale dell’offerta formativa.

*IN ALLEGATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE, CRITERI DI ATTRIBUZIONE DEI VOTI DI CONDOTTA, CONGRUITÀ NUMERO DI VOTI


CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO
delibera del Collegio dei docenti del 28 maggio 2020

Premessa: 
L’attribuzione del credito scolastico, nel corrente anno scolastico, è disciplinata dall’art. 10 “Credito scolastico” dell’Ordinanza Ministeriale n. 10 del 16 maggio 2020 concernente gli esami di Stato del secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2019/2020.

CRITERI DI ATTRIBUZIONE DEL CREDITO
Il punteggio più elevato previsto dalla fascia di credito sarà attribuito nel caso la media dei voti sia pari o superiore a 0,50 rispetto al valore intero conseguito.
Tale criterio non si applica nel caso la media dei voti sia superiore a 9.0

1. Danno luogo ad un credito da computare nella valutazione della/e materia/e coinvolte, le attività non curricolari a cui l’alunno/a abbia partecipato, quali, ad esempio:
- Olimpiadi della Matematica (matematica); 
- Corso di Primo Soccorso (educazione fisica);
- Corso di lingua svolto in vacanza-studio all’estero senza certificazione finale;
- Iniziative di breve impegno (partecipazione a conferenze – dibattiti – visite brevi, ecc.);
- partecipazione alle attività promosse dalla scuola quali il corsi di teatro, corsi di potenziamento linguistico, nelle discipline scientifiche, ecc.

CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO


CRITERI PER L’AMMISSIONE/NON AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA

I CRITERI PER L’AMMISSIONE/NON AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA, DI CUI ALLA RELATIVA SEZIONE DEL PTOF 2019/2022, SONO DA CONSIDERARSI SOSPESI COME APPROVATO DAL COLLEGIO DOCENTI NELLA SEDUTA DEL 28 MAGGIO 2020